content-top-1
content-top-2
content-top-3
message
component
RENZO RUBINO PRONTO PER SANREMO

Renzo Rubino torna al Festival della Canzone Italiana di Sanremo, dopo la partecipazione lo scorso anno nella categoria nuove proposte con la vittoria del premio della critica grazie al brano "Il Postino (Amami Uomo), premiato al Tour Music Fest 2013 come miglior artista emergente dell'anno.

Alla 64' edizione del Festival di Sanremo, condotta da Fabio Fazio ed in onda sulla rete ammiraglia Rai dal 18 al 22 febbraio 2014, Renzo partecipera' nella categoria Big con i brani dal titolo “Ora" e per "Sempre e poi Basta”
In attesa di ascoltare i suoi nuovi lavori che senza dubbio colpiranno il pubblico sanremese, abbiamo raggiunto il giovane cantautore.
Ecco l'intervista.

Dopo aver ottenuto il premio della critica durante lo scorso Festival della canzone italiana di Sanremo, la nuova edizione ti vede tra i big in gara. Con quali criteri hai selezionato i due brani che porterai in anteprima nazionale sul palco dell'Ariston?

Scegliere le canzoni per un evento così grande come Sanremo è un po’ come scegliere quale figlio salvare da un naufragio.
Poi come succede nella natura selvaggia ho scelto quelle che hanno più possibilità di sopravvivere.

Hai un modo di scrivere e comunicare molto originale e personale. Quali sono le situazioni o le "muse" che ti ispirano per comporre i tuoi brani?

In genere racconto persone. Nel senso che osservando le persone cerco di trarne delle considerazioni di carattere universale. Ma racconto sempre “quelle” specifiche persone.
Amici, affetti, personaggi di passaggio.

Quali sono state invece le tappe più importanti della tua vita, quelle che hanno scaturito in te la consapevolezza di  potercela fare?

Night club, Andrea Rodini, Marcello Faneschi, Andrea Libero Cito, Andrea Beninati, Fabrizio Convertini, Musicultura, Giovanni Sala, Area Sanremo, Warner, Sanremo Giovani, premio Gaber, Tour Music Fest, Carlo Avarello…….
In ordine più o meno cronologico luoghi e persone che hanno segnato il percorso.
L’apprezzamento di ognuna mi ha fatto pensare che forse forse, potevo fare ‘sto mestiere maledetto.

Descrivici in breve il nuovo album.

Momento di passagio.
Sono proiettato in avanti ma non riesco a non dare ancora la mano al Renzo di ieri e la cosa non mi dispiace affatto.
Quindi: melodie malinconiche  e retrò, favole in musica e apertura a ritmi più riconoscibili e popolari.

Durante la finale nazionale del Tour Music fest 2013, hai ricevuto il premio "Artista emergente dell'anno". La prima cosa che pensi quando ricevi una gratificazione importante come questa?

A Venezia al posto degli autobus ci sono i vaporetti che viaggiano su una superfice instabile come l’acqua ma ogni tanto “approdano” alle fermate per far scendere e salire i passeggeri.
Ecco, questo!

Quella stessa sera hai cantato al magnifico pubblico del  Tour Music Fest, al Piper club di Roma, i tuoi successi  "Pop" e "Il postino (amami uomo)", che consiglio ti senti di dare a tutti i giovani artisti che vorrebbero coronare il sogno di vivere facendo musica?

Non tradite MAI la vostra musica e rispettatela così avrete i titoli per insultare chi non la rispetta.

 
Share.
content-bottom