Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati, nel corso del loro normale utilizzo, si avvalgono di cookie utili a migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni relative all'utilizzo del sito stesso. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando su qualsiasi elemento o proseguendo la navigazione, acconsenti al loro utilizzo in conformità alla nostra Cookie Policy.
Informativa Cookie Policy
Accetto i cookies
content-top-1
content-top-2
content-top-3
message
component
SINGER OF THE YEAR E PREMIO SONY MUSIC ITALY: INTERVISTA AGLI ALMA SABOR

Gli Alma Sabor, duo formato da due ragazzi calabresi, Filomena e Daniele, hanno vinto la categoria Interpreti del Tour Music Fest 2017 e il Premio Sony Music Italy.

Un riconoscimenti importante e totalmente inaspettato per i due ragazzi che ora stanno vivendo un momento di incredulità e di gioia incredibili che hanno cercato di trasmettere con questa intervista. Ecco cosa ci hanno detto:

1) È stata una bellissima serata con tanti artisti bravissimi e ottima musica. Cosa ha significato per voi esibirvi sul palco del Piper?

Esibirsi al Piper è stata la realizzazione di un sogno, per noi un traguardo totalmente inaspettato, e un passo in avanti nella nostra crescita e nella nostra scelta di vita comune!! Salire le scale di un palco così importante ci ha fatto sentire in qualche modo più grandi, più maturi, ci ha fatto sentire sicuri di quello che stavamo facendo, una sensazione di libertà impagabile!! I nostri piedi erano sorretti dalla storia di così tanti, che ci siamo sentiti come se ne facessimo un po' parte anche noi...e questa è già di per se una grande vittoria! Condividerla con così tanti artisti, pieni di cose da raccontare e da condividere ci ha fatto sentire parte di una grande famiglia con la quale puoi parlare di tutto, mossi da un solo grande desiderio vivere immersi nella musica!

2) Avete ottenuto due premi molto prestigiosi, Singer of the year e il premio Sony Music Italy. Come avete vissuto i momenti della premiazione e che cosa significano per voi questi premi?

Abbiamo vinto?? Abbiamo proprio vinto noi?? Sono le domande che continuiamo a porci dalla notte del 24!! Eravamo li seduti ad ascoltare ogni ragazzo e a confrontarci con tutti quelli che tornavano dopo essersi esibiti…baci abbracci lacrime e felicità come se fossimo tutti fratelli!! “è andata” ci dicevamo… “madonna lo voglio rifare” …e poi come se il tutto si fosse svolto nel termine di 5 minuti arriva Vito che ci dice: “ragazzi andiamo”!! E da li è sembrato un attimo… abbiamo solo sentito la voce di Gianluca gridare “Almaaaaaaa Saboooooor” e chi ha capito più niente! Daniele non faceva altro che dire: “ COSA? COSAAAA? COSAAAA?? E ci guardavamo con gli occhi spalancati come se avessimo capito male! Poi mi ha preso per mano e siamo corsi sul palco…dritti da Giampaolo Rosselli, gli siamo praticamente saltati addosso, (magari gli abbiamo anche fatto male) abbiamo ritirato il premio così tanto increduli che io ho anche detto “ma che cosa abbiamo vintooooo?” insomma una figuraccia dopo l’altra… ma siamo usciti convinti che fosse finita li, quasi quasi stavamo per andarcene, ma siamo rimasti li con gli occhi gonfi di lacrime a guardare il premio che ci avevano appena consegnato…figuratevi quando ci hanno richiamato, Daniele ha ricominciato: “ COSAAAA COSAAAAA?” e Giovanna che ci diceva “Ma ora salite sul palcooo” e da li ci ricordiamo gli occhi di Francesco Tosoni chiusi in un grande sorriso, la consegna del Maestro Adriano Pennino che si complimenta e la sensazione assurda di non avere più forza nelle gambe, il sorriso enorme di Gianluca che ci ha fatto sentire così protetti in tutto questo tempo!! Vincere questi premi è per noi una grande occasione, così grande da averne anche timore! Vorrebbe dire migliorarci, vorrebbe dire avere il supporto di qualcuno che potrebbe condividere con noi tanta di quella esperienza, che avremmo la possibilità di trovare in loro mille chiavi di lettura differenti, per trovare in noi quello che ci potrà rendere sempre migliori!! Ora abbiamo una voglia pazzesca di vivere questo mondo, vivere questa realtà, fino a che ce ne sarà data la possibilità…sperando di riuscire a trasmettervi al meglio la nostra stessa incontenibile emozione!!

3) Il Tour Music Fest è un concorso che ogni anno incontra migliaia di artisti che vengono a condividere con noi propria musica. Cosa significa per voi essere arrivati in fondo al TMF?

Arrivare fino in fondo vuol dire tante di quelle cose per noi!! Vuol dire sapere di aver fatto un bel lavoro… vuol dire che il nostro impegno, le nostre prove prima in un garage, poi in una taverna, poi esibendoci durante le serate davanti a tanti, davanti a pochi, davanti a nessuno, le mille ricerche sulla strumentazione adatta, i nostri investimenti, i nostri viaggi…insomma tutto questo ne è valso la pena! Ma diciamocelo…ne vale la pena lo stesso quando stai facendo tutto questo per un bisogno così primordiale come la musica!! È anche un po’ una rivincita… sapere di esser tornati e aver fatto meglio della volta precedente! E’ un regalo per noi ma anche per chi ci supporta da così tanto, perché poi? Solo per la voglia di vederci realizzare un sogno!! Ma soprattutto è la soddisfazione di sapere di aver fatto una cosa così grande insieme!!

4) Ci raccontereste la vostra esperienza all'interno del Tour Music Fest?

E da dove cominciamo?? Avete un po’ di tempo? La storia è lunga…ed inizia con un amico, uno di quelli grandi, di quelli che ce ne sono proprio pochi… che ci dice: “Ragazzi DOVETE partecipare a questo concorso, è una bomba, potreste essere ascoltati da dei grandi, sono sicuro che andate avanti per forza!!” Forse ci abbiamo messo un po’ effettivamente a ritenerci in grado, ma poi ci siamo detti “ma si, siamo già qui a Roma, che ci perdiamo, e poi dovremmo pur metterci in gioco se vogliamo vivere così!! Così arriva il primo incontro a Roma con Gianluca Musso, Anna Chiara Zincone e mi pare Gabriele Giorgi, che ci ascoltano per la prima volta, e dopo pochi minuti ci esprimono un giudizio positivo che ha sicuramente aiutato la nostra autostima, corredato da una serie di consigli che da allora sono diventati il nostro mantra!! Già allora l’idea di andare avanti ci sembrava una cosa pazzesca!! Poi il grande viaggio, il nostro camp al CET in Umbria, un’emozione dopo l’altra! Un posto paradisiaco, aria pulita, aria di musica, aria di casa!! In 3 giorni avremo dormito si e no 10 ore in tutto, ma chi aveva sonno? Quando andavamo a letto, contavamo i minuti che mancavano per ricominciare! Sono talmente tante le cose che abbiamo fatto che non basta una mail e poche righe per raccontarle… basti sapere che ci siamo sentiti seguiti, incoraggiati, supportati, smontati e rimontati come i pezzi di un puzzle composto male, ci ha reso consapevoli al mille per mille di quello che volevamo… e poi l’incontro con Vito, Giovanna, Giuliano, Alessandra, Anna e tutti i ragazzi dello staff dei quali purtroppo non ricordiamo tutti i nomi, che sono stati il nostro punto di riferimento li in Umbria, dei fratelli grandi, così disponibili, tutti voi siete stati di una gentilezza disarmante!! Tutti i maestri ci hanno regalato qualcosa su cui lavorare! Walter Sacripanti, Silvia Gollini, Davide Verdigris, Roberto Casalino, Giorgio Lorito, Davide Vaccari, Elisa Raho, Emanuela Mazza, Nadia Stacchini e chiaramente the big Gianluca Musso, tutte persone che amano quello che fanno e ce lo fanno amare!

Poi arriva il secondo provino, per noi assolutamente disastroso! Eravamo stra convinti di non passare, ma dopo una domenica terrorizzante passata a ballare per il terremoto, e un’altra domenica passata a raccogliere i cocci di un tornado, che ha colpito tra tante anche casa nostra in pieno a Cesano… arriva la meravigliosa notizia “Alma Sabor semifinalisti nazionali” Non stavamo nella pelle… felici di poterci finalmente esibire a Roma, dopo aver passato anni ad esibirci solo ed esclusivamente nella nostra piccola realtà di paese! Una giornata memorabile, un Pierpaolo Laconi brillante, ennesimo personaggio per noi motivo di energia positiva, ennesimo nuovo amico! Tutti gli amici conosciuti in Umbria e tanto divertimento in un ambiente nuovo ma familiare per la passione comune! Ma tranquilli del fatto che la finale era un obiettivo tanto tanto grande, quindi difficile da raggiungere! Infatti alla fine della serata siamo tornati con tanta soddisfazione e tranquillità nel cuore, pur sapendo di non esser passati, e il 2 dicembre del 2016 siamo andati ad assistere alla finale al Piper… e, sognando ad occhi aperti, ho azzardato un commento a Giampaolo Rosselli che passò di fianco a noi, gli dissi: Il prossimo anno ci rivediamo la sopra! Indicando quel palco così agognato…ma dentro di me non ci potevo pensare, mi son detta “avrò fatto la figura della sbruffona, vabbè pazienza”.

E quest’anno ci abbiamo riprovato… primo provino a Cosenza con la felicità di poter riabbracciare tutti, e sembrava fosse passato un giorno da quel 2 dicembre 2016! Un’ennesima risposta positiva, un’ennesima gioia! Poi via, dopo un’estate intensissima viaggiando verso Bari in una giornata piovosissima, vestiti di tutto punto incontriamo ancora una volta Gabriele Giorgi e Giorgia Cardone, che ci ascoltano attenti! Finiamo il nostro provino, e ritorniamo a casa con tanta insicurezza, soprattutto la mia, che non faceva altro che dirmi “ sono migliaia di ragazzi ogni anno, uno più bravo dell’altro, possibile che ci ridanno la stessa possibilità per il secondo anno di fila?” Eppure dopo pochi giorni, dopo aver sfidato un server intasato per ore che ci sembravano giorni… la risposta si rivela nuovamente positiva! Non ci si poteva proprio credere!! E così, tra un “non è possibile” e un “madonna santa” al minuto, il 12 Novembre è arrivato, e ci ha regalato delle nuove emozioni… forti al punto da sentire quasi un principio di infarto, e non scherzo! Pierpaolo con la sua energia ci ha accolto e supportato ancora una volta, i ragazzi che noi oramai riteniamo degli amici per la vita, come sempre ci hanno messo a nostro agio e fatto sentire a casa… Ce l’avevamo messa tutta, ci avevamo creduto, e sognavamo la finale come non mai, ma dopo aver sentito le prime esibizioni, la mia personalissima speranza, pian piano diminuiva! Pensavo sarei tornata a casa nel pomeriggio addirittura, e invece non solo ci siamo ri- esibiti, ma li su quel palco, Gianluca stavolta non ha pronunciato il nostro nome tra gli esclusi!! ACCESSO ALLA FINALE… accesso al sogno, un sogno che speriamo di avervi descritto bene nelle risposte precedenti… un sogno dal quale speriamo di non svegliarci, perché vivere il Tour Music Fest è un percorso che desideri iniziare ma che non vorresti finisse mai!!

5) In base alla vostra esperienza perchè un artista dovrebbe partecipare al Tour Music Fest?

Il Tour Music Fest è un concorso non concorso!! E’ un’esperienza di vita, un percorso, credo studiato in modo da dare a chi partecipa la possibilità di crescere…di fare un passo alla volta verso un obiettivo prima di tutto personale!! E’ un’esperienza ricca ella stessa di esperienze di livello, così che ognuno in ogni step possa sentirsi gratificato di quello che sta facendo! Ma soprattutto è un’esperienza pulita, onesta, senza l’obbligo di filtri legati alla ricerca di un personaggio pubblicitario!! Questa è la cosa più bella che oggi come oggi, ragazzi come noi che si vogliono mettere in gioco, possano desiderare, perché sanno che a qualsiasi step arriveranno o si fermeranno verrà dato valore al loro lavoro e al loro impegno!!

6) C'è qualcuno che vorreste ringraziare per questo traguardo?

Noi vogliamo ringraziare prima di tutto il nostro amico Giuseppe… credo non smetteremo mai di ringraziarlo, perché è stato fin da subito consapevole della grande possibilità ed era certo, sicuro al mille per mille di noi, molto di più di quanto lo potevamo essere noi stessi! Ringraziamo tutti i nostri amici, quelli che ci sono da sempre, quelli che ci sono da poco, quelli che ci sono solo ogni tanto…tutti uno per uno, perché credono in noi, ci stimolano, ci incoraggiano e ci esaltano con la loro emozione per noi!! Ringraziamo le nostre famiglie che fin da quando eravamo piccoli, ci hanno dato la consapevolezza che in noi potevamo trovare la forza e la voglia di creare tutto quello che i nostri sogni erano in grado di creare con impegno sacrificio e tanta forza di volontà, ma rimanendo con i piedi per terra, senza pretendere di essere per forza migliori di qualcuno, e ci hanno dato l’intelligenza per capire che un obiettivo si può raggiungere come non raggiungere, ma sapere di averci provato vuol dire non avere rimpianti… ma soprattutto ci hanno insegnato che la musica ti permette di raggiungere mille obiettivi anche rimanendo seduti in una stanza con una cassa e delle cuffie, perché è un viaggio talmente intimo e personale che puoi sentirti grande anche così!! Beh ora tocca a voi!! Noi vi ringraziamo tutti dal profondo del cuore perché ci avete seguito davvero come dei fratelli piccoli, fin dallo scorso anno ci sentiamo parte di una famiglia, e ci avete fatto crescere e anche oggi che abbiamo raggiunto l’obiettivo della vittoria sappiamo come affrontarlo grazie a voi e a quello che ci avete insegnato esattamente come le nostre famiglie hanno fatto in tutti questi anni addietro! Grazie per aver creduto in noi, grazie per averci dato questa opportunità e grazie dell’amicizia che ci avete concesso!!

Ringraziamo gli Alma Sabor per le splendide parole e gli auguriamo di continuare ad inseguire il proprio sogno con la stessa passione con la quale hanno affrontato l'avventura del Tour Music Fest 2017. Per noi è stato un piacere condividere con voi questo meraviglioso viaggio e vi consideriamo, come tutti gli artisti che partecipano al TMF, parte della nostra famiglia. In bocca al lupo ragazzi.

We love your music! 

 
Share.
content-bottom